USA ESTA

Quale assicurazione sanitaria USA scegliere?

Sia che stiate studiando all’estero, sia che vi stiate trasferendo all’estero o che stiate facendo un tirocinio all’estero, è importante che vi aggiorniate sulle formalità amministrative. È importante anche pianificare l’assistenza sanitaria. Negli Stati Uniti le formalità possono essere restrittive e il trattamento molto costoso. Dovreste optare per una buona assicurazione sanitaria americana.

Ecco tutte le chiavi per scegliere l’assicurazione sanitaria, informarsi sui rimborsi spese e su tutte le assicurazioni disponibili per altre preoccupazioni (assicurazione per il rimpatrio, per gli studenti, per il rimpatrio sanitario o anche per il rimpatrio della salma in caso di morte, ecc.)

L’assistenza sanitaria negli Stati Uniti: un costo significativo

I costi sanitari sono molto elevati negli Stati Uniti e molto più cari che nei Paesi europei, per cui è necessario prestare molta attenzione nella scelta di una buona assicurazione sanitaria.

Se non volete indebitarvi, tenete presente che il costo delle cure mediche può essere molto elevato e che l’importo del rimborso varia notevolmente a seconda della mutua e della compagnia assicurativa.

Secondo diverse fonti, le spese sanitarie e mediche rappresentano circa il 15% delle spese della famiglia media americana e sono tra le principali cause di indebitamento e bancarotta personale per gli americani. Probabilmente vi mancherà la tessera europea di assicurazione malattia se avete un problema di salute negli Stati Uniti.

È quindi consigliabile essere consapevoli di questa situazione e prepararsi per ogni evenienza. È necessario stipulare un’assicurazione sanitaria o di viaggio negli Stati Uniti, sia che si tratti di un soggiorno lungo o breve con un ESTA.

I diversi tipi di assicurazione sanitaria americana

Obamacare, finanziamenti privati, finanziamenti statali e finanziamenti dei datori di lavoro sono tutte opzioni a disposizione delle persone quando si tratta di copertura sanitaria. È anche possibile non sottoscrivere l’assicurazione sanitaria americana stipulando una polizza assicurativa internazionale.

Quali sono le differenze tra tutti questi tipi di assicurazione?

Finanziamento del governo statunitense: Medicaid e Medicare

Medicare e Medicaid sono due sistemi di assicurazione sanitaria gestiti dal governo statunitense. Il primo, Medicare, è destinato, secondo determinati criteri, alle persone con più di 65 anni (indipendentemente dal reddito) e alle persone con determinate disabilità.

Il secondo, Medicaid, è stato creato per fornire un’assicurazione sanitaria a individui e famiglie a basso reddito. Ne può beneficiare un’ampia gamma di persone, tra cui genitori a basso reddito, bambini, disabili e anziani.

Questi due programmi sono ovviamente rivolti ai cittadini statunitensi.

Obamacare

Il Patient Protection and Affordable Care Act, più comunemente noto come “Obamacare”, è una legge approvata nel 2010 dall’ex presidente Barack Obama. Questa legge è stata creata per riformare il sistema sanitario americano, rendendo obbligatoria per tutti gli americani (e i residenti permanenti) l’assicurazione sanitaria. Il suo obiettivo è ridurre le disuguaglianze rendendo universale l’accesso all’assistenza sanitaria, consentendo così a milioni di americani di avere una copertura previdenziale e un’assicurazione sanitaria.

Permette alle persone che non hanno diritto alla copertura sanitaria del governo statunitense, o il cui datore di lavoro non fornisce un’assicurazione sanitaria, di ottenere una copertura. La legge Obamacare consente alle persone con un reddito medio o modesto di ottenere una copertura previdenziale senza spendere troppo.

Finanziamento privato

Esiste un gran numero di assicurazioni sanitarie private americane, che operano allo stesso modo delle mutue sanitarie. I beneficiari sono tenuti a versare un contributo mensile in base ai rischi sanitari contro i quali desiderano essere assicurati.

Il finanziamento privato comprende le Organizzazioni di mantenimento della salute (HMO) e le Assicurazioni di indennità (II). Le HMO riuniscono sotto lo stesso ombrello la compagnia assicurativa e il sistema di erogazione dell’assistenza sanitaria. Le II sono compagnie assicurative private che offrono i loro servizi in base alla probabilità che il danno si verifichi.

Finanziamento del datore di lavoro

Se vi recate negli Stati Uniti per lavorare o fare uno stage negli Stati Uniti, potete chiedere di stipulare un’assicurazione per l’espatrio legata al vostro posto di lavoro. Il vostro datore di lavoro non è ovviamente obbligato ad accettare, quindi prima di accettare una posizione negli Stati Uniti tenete conto di questo criterio.

Esistono anche le Preferred Providers Organizations (PPO), compagnie assicurative private che offrono ai dipendenti una copertura sociale attraverso l’azienda in cui lavorano, rimborsando i costi associati a varie situazioni sanitarie. Il canone mensile sarà quindi a carico dell’azienda. I PPO pagano le consultazioni, le spese mediche e i costi di ricovero dei loro beneficiari.

Assicurazione internazionale

Le assicurazioni internazionali sono generalmente più economiche e semplici di quelle americane e offrono la possibilità di scegliere il proprio medico, a differenza della maggior parte delle assicurazioni americane che si affidano a una rete definita di medici.

Dovete però sapere che, con l’introduzione dell’Obamacare, alcune polizze assicurative internazionali non sono più compatibili con il sistema americano (rischiate di pagare una multa in caso di controllo).

Quale assicurazione sanitaria scegliere per viaggiare negli Stati Uniti?

Come abbiamo visto in precedenza, esistono diversi tipi di assicurazione per ogni profilo e situazione. I servizi di assistenza medica e di assicurazione sanitaria variano a seconda del richiedente, delle sue esigenze e del suo reddito.

In qualità di immigrati o viaggiatori negli Stati Uniti, avete quindi la possibilità di stipulare un’assicurazione PPO, HMO o II. La scelta tra questi diversi tipi di assicurazione dipenderà dalle vostre esigenze, dal vostro budget e dai rischi reali che vi sono connessi.

Potete anche stipulare un’assicurazione internazionale o americana. Dovrete dedicare un po’ di tempo a un confronto assicurativo per evitare di scegliere la prima assicurazione che vi si presenta e che potrebbe non soddisfare le vostre esigenze.

Per fare la vostra scelta, dovrete esaminare vari elementi del contratto assicurativo, come le parole “Cospay” (l’importo rimanente da pagare), “out of pocket maximum” (il massimale da pagare), “deducibile” (la franchigia), “esclusioni” (situazioni in cui l’assicurazione non si applica) e anche la parola “network”, che si riferisce alla rete di medici convenzionati. Analizzando questi dettagli, sarete meglio informati sulla copertura sanitaria e sociale offerta.

Per evitare problemi, si consiglia di stipulare una copertura completa (che comprenda medicinali, assistenza al rimpatrio, ricovero ospedaliero e cure), tenendo presente che in alcune situazioni è più conveniente essere rimpatriati nel proprio Paese per essere curati.

Prima di partire per gli Stati Uniti, assicuratevi di aver consultato i vostri assicuratori per assicurarvi che il vostro soggiorno si svolga senza problemi e che i costi sanitari non salgano alle stelle.

Dovreste anche considerare l’assicurazione sulla casa, l’assistenza in viaggio (per proteggere i vostri effetti personali da perdite o furti), l’assistenza legale e l’assicurazione per l’annullamento del viaggio. Alcuni assicuratori o broker assicurativi come Chapka assurances o Allianz travel (ex Mondial assistance) offrono pacchetti raggruppati.

Si noti inoltre che, in alcuni casi, può essere coperta anche la carta Visa o Mastercard Gold.